Le serie tv horror anni 80 da non perdere assolutamente

Nasceva negli anni ’80 una vasta quantità di serie tv dal sapore horror e fantascientifico, che hanno fatto tremare di paura il pubblico per decenni e che hanno portato alla nascita di molti dei film e dei telefilm che vediamo oggi. Venerdì 13, Ai Confini della Realtà e Racconti del brivido: ecco le serie tv horror anni 80 da non perdere assolutamente se siete appassionati del genere.

Venerdì 13: Mick e Ryan e la maledizione del diavolo

La serie tv horror anni 80 Venerdì 13 (titolo originale Friday the 13th – The Series) è un telefilm nato e prodotto negli Stati Uniti durante la fine del decennio (1987 – 1990), che riscosse un grande successo di pubblico in America come in Italia, tanto da ispirare una numerosa quantità di opere televisive e cinematografiche successive.

Questa serie tv horror anni 80 non ha niente a che vedere con la saga di film che vedono come protagonista il leggendario Jason: le puntate di Friday the 13th – The Series vedono come protagonisti due uomini, Ryan Dallion e Micki Foster (interpretati da John D. Lemay e Louise Robey), che si mettono sulle tracce di oggetti maledetti provenienti da un negozio di antiquariato.

Il proprietario della bottega, infatti, ha stretto un patto con il diavolo, il quale in cambio di una maledizione sugli oggetti in vendita nel negozio, ha conferito all’uomo la vita eterna. Tuttavia, dopo pochi anni, l’uomo si pente delle sue azioni e rompe il patto con il demonio il quale prende possesso della sua anima e uccide l’uomo. È qui che entrano in scena i due sfortunati protagonisti di Venerdì 13: dopo la morte dell’uomo, i due amici Micki e Ryan acquistano all’asta la merce rimasta, con l’intenzione di venderla ai migliori offerenti e ovviamente ignari della maledizione che pende su ogni articolo del negozio.

Fortunatamente, l’esperto di oggetti antichi Jack Marshak si accorge del pericolo e si reca dai giovani informandoli di ciò che è accaduto a Vendredi, l’ex proprietario del negozio. Così, i due partono in viaggio con la speranza di rintracciare e recuperare gli oggetti venduti, ma molti dei proprietari non ne vogliono sapere di restituirli. La maledizione satanica infatti ha la funzione di corrompere l’animo umano, conferendo a chi possiede gli oggetti stregati di ottenere dei super poteri, prima di distruggergli mente e corpo.

Ai confini della realtà: un misto tra fantascienza e horror

Tra le serie tv horror anni 80 che gli appassionati del genere non potranno assolutamente perdere, troviamo Ai confini della realtà (titolo originale Twilight Zone), il telefilm americano trasmesso dal 1985 al 1989, che mescola sapientemente il genere horror con la fantascienza tanto di moda in quegli anni.serie tv horror anni 80

Ai confini della realtà è tratta dall’omonima serie tv del 1959 di Rod Serling, e, a differenza di molti telefilm di ieri e di oggi, non è incentrata su una sola trama, ma bensì vede susseguirsi una serie di storie raccapriccianti diverse tra loro che trattano diversi argomenti tra cui morte, stregoneria, poteri paranormali, alieni, fantasmi e demoni. Data la varietà di storie ed ambientazioni differenti, Ai confini della Realtà non aveva un cast fisso e si susseguirono sul set diversi attori celebri tra cui Bruce Willis, Morgan Freeman ed Edy Williams.

Racconti del brivido: la serie prodotto dalla storica Hammer

Racconti del brivido (titolo originale Hammer House Of Horror) è una delle serie tv horror anni 80 più amate, creata e prodotta negli inizi del decennio dalla Hammer, casa televisiva inglese celebre per aver prodotto molti dei film del terrore dell’epoca.

La serie tv era composta da 13 episodi di un’ora circa e anche questa, come Ai Confini della Realtà, non aveva un cast fisso, in quanto ogni episodio era incentrato su una storia differente, completamente isolata dal resto della serie. Gli argomenti ricorrenti nella fiction televisiva britannica erano gli zombie, gli alieni, la stregoneria e le possessioni sataniche.

Oltre alla serie Racconti del Brivido, che veniva trasmessa in Italia dopo il programma I racconti della Cripta (The Zio Tibia Picture Show), la Hammer Productions produrrà nel 1984, in collaborazione con la 20th Century Fox, anche un’altra serie tv simile, intitolata Ora del mistero – Hammer House of Mystery&Suspense. Questa trasmissione televisiva sarà l’ultima prodotta dalla casa televisiva e, sebbene assomigli molto a Racconti del Brivido, non riuscirà mai a raggiungere il successo della prima serie tv, che invece è rimasta nel cuore degli appassionati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *