Scrivere una lettera di vendita, come si fa?

Quante volte non sei riuscito a scrivere quello che volevi, perché fermato dalla paura del foglio bianco? Quante volte, pur avendo in mente molte idee, non sei riuscito a redarre un testo che ti convincesse, e che soprattutto convincesse i destinatari? Tutti noi, specialmente se lavoriamo in un settore concorrenziale come quello del marketing, siamo obbligati prima o poi a scrivere una lettera di vendita, una di quelle lettere che ogni giorno troviamo nella nostra cassetta delle lettere e che molto spesso buttiamo via dopo aver letto solo la prima riga. Bene, se non vuoi che anche il tuo lavoro faccia questa fine, destinando il tuo programma di vendite ad un ovvio fallimento, continua a leggere questa guida e, passo passo, scopri come scrivere una lettera di vendita vincente!

La lettera di vendita: che cos’è?

Per lettera di vendita si intende un potentissimo strumento di marketing grazie al quale è possibile far decollare in poco tempo, spesso addirittura in pochi giorni, il proprio business: è un quindi una vera e propria lettera, un documento stampato su carta e recapitato tramite il servizio postale, con il quale il venditore deve ,usando poche ed efficaci parole, presentare al cliente tutta una serie di motivazioni che lo spingano a comprare il suo prodotto, e non quello della concorrenza, facendo in modo inoltre che il destinatario sia tentato a rispondere di persona alla lettera, ovviamente accettando i servizi che gli sono stati proposti.

Come si scrive una lettera di vendita?

Come abbiamo visto, una buona lettera di vendita deve essere capace di attirare l’attenzione di chi la legge, anche perché il lettore è in genere abituate a riceverne decine ogni mese: per fare in modo che la nostra lettera si distingua dalle altre dobbiamo usare questi semplici quanto efficaci accorgimenti:

1 – Visto che il destinatario dedica pochissimo tempo alla lettura di questo tipo di lettere, devi fare in modo che la tua catturi la sua attenzione sin dall’inizio: è necessario quindi che il titolo stuzzichi l’attenzione. Si può ottenere questo risultato ponendo il titolo sotto forma di domanda, molto spesso sotto forma di domanda retorica (di cui si conosce già la risposta), come per esempio:

“Ti piacerebbe sapere come risparmiare centinaia di euro sulla bolletta?”

Diventa ovvio che anche i primi righi della lettera assumono un’importanza strategica e che, quindi, necessitano di maggiore attenzione nella stesura.

2 – Una volta catturata l’attenzione del lettore, devi fare in modo che la lettera continui ad essere interessante e di facile comprensione fino all’ultima parola. Il linguaggio da usare è quindi quello colloquiale: devi cioè parlare al cliente in modo schietto e dandogli del tu, quasi come se parlassi con un tuo amico, evitando formalismi inutili che hanno come unico risultato l’appesantimento della lettera e il calo inevitabile del suo “appeal”.

3 – Tra i tanti trucchi che puoi utilizzare per rendere la tua lettera competitiva, c’èl’uso dell’elenco puntato: poche persone infatti avranno la costanza di leggere la lettera parola per parola, cerca allora di creare un punto di scarico, un punto meno fitto di parole, un punto che può essere egregiamente rappresentato da un elenco. L’elenco deve essere in risalto sul resto della lettera, magari scegliendo un font diverso o più grande, e deve contenere tutti gli aspetti positivi che l’eventuale scelta del tuo prodotto può portare: ricorda, tutti gli aspetti positivi, ma nessuno di quelli negativi, in questo caso non bisogna essere oggettivi, bisogna soltanto presentare il prodotto come migliore della concorrenza, senza ovviamente esagerare, altrimenti si rischia di apparire come una truffa.

4- Il quarto e ultimo punto è fornire quanto più possibile dati, testimonianze e prove dirette: non è necessario avere testimonial famosi o citare aziende e persone realmente esistenti per pubblicizzare il prodotto (anche se questo a volte può aiutare), basta anche solo fornire statistiche del settore, rendendole magari visualmente gradevoli utilizzando grafici e tabelle.

Se terrai a mente questi consigli ed eviterai, come spesso accade, di esagerare nel vantare il servizio che offri, la lettera di vendita sarà la tua più fidata amica e la tua più terribile arma nel mondo del marketing.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *