Il solare, la via migliore per il risparmio

L’energia solare può essere considerata una delle vie più convenienti per un risparmio concreto e duraturo nel tempo. Per ogni famiglia che deve fare i conti con le bollette e con spese che spesso sono più elevate di quel che si pensa, avere la possibilità di installare dei pannelli fotovoltaici o dei pannelli solari termici in casa (o, per meglio dire, sul tetto) è un’occasione che non ci si può lasciar sfuggire.

Il sito Wolmann.com è, in questo senso, uno strumento che può tornare molto utile, in quanto propone soluzioni su misura basate sul concetto che il luogo in cui viene prodotta l’energia elettrica debba corrispondere al luogo in cui l’energia stessa viene consumata. Solo in questo modo, infatti, è possibile contenere gli sprechi e, più in generale, intervenire sui costi e sulle inefficienze che il modello di produzione e di distribuzione che va per la maggiore implica. Wolmann è un’azienda di successo per un motivo molto semplice: perché basa il proprio business sul sole, che ogni giorno mette a disposizione dell’uomo una quantità di energia che è superiore di migliaia di volte al fabbisogno complessivo di tutta l’umanità.

energia solare vantaggiProprio qui sta il risparmio, nel senso che il sole è in grado di fornire, per esempio, fino al 95% di tutta l’acqua calda che, giorno dopo giorno, ogni famiglia e ogni persona impiegano per le esigenze della quotidianità: per lavare i piatti, per lavarsi le mani, per la lavatrice, per fare la doccia, e così via. Benché quantificare in maniera precisa quel che si risparmia sia molto difficile – anche perché, per esempio, l’energia solare di cui si può usufruire in Sicilia è maggiore rispetto a quella di cui si può usufruire in Valle d’Aosta – in linea di massima si può mettere in evidenza, ogni anno, un risparmio di metano compreso tra i 100 e i 180 metri cubi, che corrisponde – per altro – a una mancata emissione di almeno 230 chili di anidride carbonica, la quale – è sempre opportuno ricordarlo – costituisce la causa principale dell’effetto serra.

Ecco, quindi, che grazie ai pannelli solari le famiglie possono risparmiare sia per il gas che per l’elettricità. Non ci si può dimenticare, poi, degli sprechi che vengono generati dallo scaldabagno ad accumulo o dalla caldaia. Sprechi che, sommati gli uni con gli altri, presuppongono ulteriori consumi di metano nell’ordine dei 200 metri cubi ogni anno.

Il principio di funzionamento dei pannelli solari, senza entrare troppo nei dettagli e nei tecnicismi, presuppone che essi generino una corrente continua che, tramite l’impiego di un inverter, viene trasformata in corrente alternata, che può essere usata come e quanto si vuole. Molto utile si rivela, poi, l’idea di associare un sistema di accumulo di energia, come una batteria, all’impianto fotovoltaico, in modo tale che l’energia che viene prodotta possa non solo essere sfruttata al momento, ma anche immagazzinata per il futuro, così che possa venire utilizzata anche quando l’impianto stesso non può produrre energia, e cioè – sostanzialmente – di notte, o comunque al buio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *