Il patrimonio di Siena: a spasso per musei

Siena vanta un patrimonio storico e artistico davvero notevole: tra poli museali e monumenti, accoglie i visitatori come una sorta di museo en plein air, dove ogni strada si fa testimone dell’antica storia della città. Ma quali sono le tappe obbligatorie della visita? Ecco qualche suggerimento per chi ama andare a spasso per musei.

Museo Civico –Tra i più importanti centri espositivi del territorio senese, il Museo Civico custodisce un’imponente collezione di capolavori d’arte italiani e stranieri, risalenti al lasso di tempo compreso tra i secoli XIV e XVIII. Ubicato nelle eleganti sale del Palazzo Pubblico, in Piazza del Campo, il centro consente di ammirare un gran numero di ceramiche, manufatti e dipinti, tra cui spiccano “Maestà” di Simone Martini, “Il Buono e Cattivo Governo” di Ambrogio Lorenzetti e il famoso mappamondo girevole dipinto, sempre da Lorenzetti, nella prima metà del XIV secolo. Informazioni utili: Potete visitare il museo tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00, acquistando un biglietto intero a 9 euro o ridotto a 8 euro.

patrimonio siena

Museo Archeologico Nazionale  – Questo prestigioso luogo di cultura raccoglie un gran numero di testimonianze della storia senese – dall’era preistorica sino a quella romana – nel complesso dell’antico ospedale di Santa Maria della Scala, in piazza del Duomo. In particolare, il museo ricostruisce le trame storiche della città di Siena, del territorio di Murlo, dell’area di Chianti e dell’Alta Val d’Elsa. Tra i preziosi reperti archeologici esposti, si trovano diversi corredi tombali recuperati durante le recenti campagne di scavo della Soprintendenza Archeologica della Toscana. Informazioni utili: Il museo è visitabile dalle 10:30 alle 18:30; la tariffa d’ingresso è di 6 euro nella sua formula intera e 4,50 euro in quella ridotta.

Pinacoteca Nazionale – Il centro espositivo in questione è allestito nei prestigiosi spazi dei palazzi Brigidi e Buonsignori, in via San Pietro, e ospita la più grande collezione di arte senese del periodo compreso tra i secoli XII e XVII. Si tratta di un tassello fondamentale per chiunque voglia conoscere da vicino il volto artistico di questo territorio, omaggiato da opere come “Trittico della Trinità” di Domenico Beccafumi, “Annunciazione” di Ambrogio Lorenzetti e la “Pala del Carmine” di Pietro Lorenzetti. Informazioni utili: La Pinacoteca è aperta al pubblico dal martedì al sabato, dalle 8:15 alle 19:15, e la domenica e il lunedì dalle 09:00 alle 13:00. Il biglietto d’ingresso può essere acquistato direttamente in loco al costo di 4 euro (2 euro con riduzione).

Queste sono solo le tappe museali cruciali per gli appassionati che si trovano a trascorrere qualche giorno in un hotel a Siena. Naturalmente, si tratta solamente dell’incipit di un lunga lista, che include anche le splendide testimonianze architettoniche citate da Expedia in questo articolo, molto pratico per chi vuole ottimizzare la visita alla città ed essere sicuro di non tralasciare i monumenti imperdibili.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *