Roma, ecco El Shaarawy

Si è conclusa con una fumata bianca la trattativa per portare Stephan El Shaarawy a vestire la maglia della Roma. Dopo settimane di trattative infatti il giocatore ha finalmente firmato con i giallorossi, ponendo così fine ad un corteggiamento che stava diventando una telenovelas. Il Faraone infatti aveva cominciato la stagione in Francia al Monaco in prestito oneroso con diritto di riscatto obbligatorio nel caso il giocatore avesse collezionato un numero di presenze.

Il fattaccio poi è avvenuto a dicembre quando di colpo la squadra del Principato ha annunciato che non l’esterno non sarebbe più sceso in campo con la maglia biancorossa visto che mancava una sola presenza a rendere automatico il riscatto. Doccia gelata soprattutto per il Milan che sui soldi da incassare faceva molto affidamento, ritrovandosi quindi con la patata bollente in mano.

El Shaarawy alla roma

Ecco quindi l’urgenza di ricollocare da qualche parte El Shaarawy che prima era stato accostato al Genoa, poi si è fatto pressante l’interessamento della Roma. A sbloccare il tutto è stata la cessione in Cina di Gervinho che ha liberato il posto per l’arrivo dell’ex Monaco.

Un talento da recuperare

Non c’era la solita folla ad attendere l’arrivo di El Sharaawy all’aeroporto di Fiumicino. Giusto il tempo di un po’ di riposo in un day use hotel Roma e poi il giocatore si è subito aggregato assieme ai nuovi compagni. Arriva con la formula del prestito oneroso di due milioni di Euro e il riscatto, senza obblighi, fissato a 13 milioni.

Strano destino quello del Faraone che sembrava qualche anno fa destinato ad un futuro di primo piano nel firmamento del calcio non solo italiano, ma mondiale. Arrivato molto giovane al Milan dal Genoa si è comportato bene nelle prime stagioni, per poi essere frenato da diversi infortuni. In pratica Stephan il campo nelle ultime stagioni lo ha visto molto poco.

Nonostante questo nei primi mesi della stagione l’attaccante ha ritrovato anche la fiducia del Ct della Nazionale Antonio Conte, che lo ha più volte convocato dandogli anche una maglia da titolare. Da fenomeno a quasi un peso per il Milan ma ora l’opportunità di riscattarsi, anche se la Roma non sta attraversando il suo momento migliore.

I giallorossi infatti sono in crisi di gioco e risultati, ma sono ancora in corsa in Champions League e il terzo posto è alla portata. Sarà ora Luciano Spalletti che dovrà cercare di trovare la quadratura del cerchio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *