Tutte le news sui mondiali di calcio 2014!

Mancano poche ore al fischio di inizio dei mondiali. Brasile – Croazia aprirà i giochi. Ma nonostante l’imminenza dell’evento, il Brasile sembra essere impreparato per accogliere il più importante torneo calcistico del mondo.

Un giornalista dell’agenzia di stampa francese Agence France-press avrebbe già “colto in fallo” i brasiliani. Lo stadio Manaus dove l’Italia disputerà la partita d’esordio contro l’Inghilterra sarebbe ancora in alto mare. Il giornalista avrebbe documentato le sue affermazioni con alcune foto fatte da uno smartphone. Dalle foto emerge chiaramente come il terreno di gioco sia ancora in pessime condizioni, essendo quasi completamente secco in alcuni punti. Per non parlare delle sezioni dello stadio che sarebbero ancora da completare e delle porte montate in modo approssimativo.

Flop dei mondiali in Brasile?

Eppure i lavori di costruzione dell’Arena Amazonia (questo il nome dello stadio di Manaus) hanno avuto avvio quattro anni fa. Inoltre il suo progetto era considerato come particolarmente avvenieristico, soprattutto per via dei materiali di costruzione recuperati quasi per intero dal vecchio stadio Vivaldo Lima. Una struttura ambiziosa e imponente, che si spera non venga abbandonata subito dopo la fine dei mondiali.
Ma quella degli stadi incompleti non è l’unico motivo per cui il Brasile passerà alla storia dei mondiali di calcio. Per la prima volta un medico della Fifa, un’ora prima del fischio di inizio potrà decidere di istituire due time-out (di tre minuti ciascuno) per consentire ai giocatori di riprendere fiato. L’alto tasso di umidità e l’ora in cui si disputeranno i match hanno reso quasi necessaria questa decisione. E pare che proprio le partite in cui dovrà giocare l’Italia saranno quelle più a rischio. A partire proprio dalla prima. Lo stadio di Manaus è stato costruito nel bel mezzo della foresta pluviale, una zona particolarmente umida oltre che piovosa.
Ma la partita di esordio della nostra nazionale non sarebbe l’unica a rischio. Fra le altre a destare preoccupazione anche le sfide contro Costa Rica ed Uruguay, che per via del fuso orario, si giocheranno alle 13 ora locale quando è previsto il picco massimo della temperatura.

Ultime polemiche sui mondiali di calcio

info sui mondiali brasilianiInsomma il mondiale Brasiliano si preannuncia come uno dei più infuocati della storia e non solo a livello metereologico. Le proteste dei lavoratori brasiliani non accennano a diminuire, anzi se possibile si sono fatte ancora più intense e pare raggiungeranno il limite proprio oggi, in concomitanza della partita inaugurale.

La presidente Dilma Rousseff avrà dunque il suo bel da fare per tentare di placare le polemiche, fra stadi incompleti e proteste dei lavoratori. Solo una cosa potrebbe aiutarla a lavare l’onta delle proteste: la vittoria del mondiale da parte del Brasile. Probabilmente ciò non servirà a cancellare totalmente i motivi di malcontento, ma perlomeno potrebbe aiutare la presidente a riacquistare un po’ di punti in vista delle elezioni presidenziali di ottobre. In questa occasione la Rousseff rammenterebbe al suo popolo che è proprio grazie al suo lavoro che il Brasile può definirsi ormai un paese in via di sviluppo e non più un paese del terzo mondo. Per il resto è necessario soltanto del tempo: l’enorme dimensione della nazione brasiliana e le sue peculiarità etniche rendeno tutto molto difficile.

Perciò, per ora, non ci resta altro da fare che godere dei virtuosismi calcistici della nazionale brasiliana.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *