Il futuro di Alonso in formula 1

Ultimo anno in formula 1 per Alonso?

Se ne parla da almeno un paio d’anni, ma ora che è lo stesso Alonso ad aprire concretamente alla possibilità di ritirarsi dalla formula 1, l’idea di perdere un pilota del suo calibro procura sicuramente molto dispiacere agli appassionati di motori.

Il pilota spagnolo, nel corso di una chiacchierata con l’importante quotidiano francese “L’Equipe” ha fatto capire che il ritiro è tra le opzioni che sta valutando come scelta da compiere alla fine di questa stagione di formula 1.

Alonso non si vede in eterno nel Circus

Il pilota spagnolo ha elogiato colleghi come Button, Massa e Raikkonen, che sono in formula 1 da molto tempo come lui e che sembrano non voler ancora pensare minimamente al ritiro dalle corse. Tuttavia Alonso ha detto chiaramente che dopo 15 anni in questo mondo non si vede ancora per molto tempo con un casco in testa ed una monoposto da portare al massimo e ha detto che se pensa ai tre colleghi come capaci di correre per sempre, lo stesso non vale per lui.

Sicuramente alla base delle parole di Alonso vi è non solo il fatto che quest’anno gli anni all’anagrafe saranno 35, ma anche il fatto che è ormai da una stagione e mezza che non riesce più a correre per il titolo. La McLaren Honda infatti arranca nelle retrovie della griglia sia in qualifica che in gara e questo senza ombra di dubbio ha inciso e sta incidendo sulla voglia del pilota di continuare a correre anche l’anno prossimo e in quelli ancora seguenti.

Quando è il momento di ritirarsi secondo Alonso?

Alonso, che ha compiuto i 35 anni proprio in questi giorni, ovvero il 29 luglio, ha anche specificato quando secondo lui è il momento per un pilota di abbandonare la Formula 1. Lo spagnolo ha detto che nel momento in cui viene a mancare il divertimento e l’adrenalina o ci si rende conto di non essere più competitivi come un tempo, significa una cosa sola: che il finale non potrà che essere uno.

Frasi sibilline ma allo stesso tempo molto chiare quelle del pilota, che non pare avere nessuna intenzione di passare altri anni in Formula 1 guidando delle macchine che non possono competere per il titolo iridato o comunque garantirgli la possibilità di fare delle gare dove divertirsi e lottare per le posizioni di vertice.

Il presente di Alonsotest-paul-ricard-sebastian-vettel

Il pilota ha dedicato parte delle proprie riflessioni anche al suo presente con la scuderia di Ron Dennis e le sue parole sono senza dubbio quelle di un pilota che si sente sul viale del tramonto. Alonso ha infatti affermato di sentirsi come se vivesse alla fine di un sogno, ricordando come da bambino sognava di correre sulla monoposto di Senna.

All’epoca in cui Alonso era ragazzino il pilota brasiliano gareggiava per la McLaren motorizzata Honda, la stessa situazione che vive lui ora, però con risultati diversissimi a causa della macchina che gli è stata messa a disposizione. Queste affermazione fa capire come il pilota stia soffrendo per il fatto di vivere un finale di carriera ai margini del circus.

Cosa lo aspetta dopo la formula 1?

Tuttavia Alonso non ha dato certezze in merito al ritiro, che potrebbe avvenire quest’anno come al termine della prossima stagione. Quello che è certo è che un pilota che ha vinto due titoli mondiali non vuole terminare una carriera che poteva essere più ricca di successi di quelli che ha ottenuto, correndo nelle retrovie.

Il pilota spagnolo pur non dando nessuna certezza sulla data del possibile addio al circus ha già chiarito che tale decisione non vorrebbe dire appendere definitivamente il casco al chiodo. Nelle sue intenzioni vi è infatti quella di continuare a provare il brivido della velocità sotto altre forme.

Secondo alcune indiscrezioni Alonso starebbe pensando alla 24 ore di Le Mans o, addirittura, di cimentarsi sulle due ruote, correndo nella superbike. Ad ogni modo questa ipotetica seconda vita prenderebbe il via soltanto dopo un momento di pausa, nel corso del quale Alonso vorrebbe tornare a vivere la propria quotidianità dopo quasi vent’anni dedicati solo ed esclusivamente al dorato ma assai esigente mondo della formula 1, a cui un personaggio come lui mancherà moltissimo nonostante gli ultimi anni non lo abbiano visto competitivo ai massimi livelli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *