I prestiti online

L’avvento dell’online ha profondamento cambiato le nostre abitudini ed il nostro stile di vita, fornendo soluzioni molto più rapide e convenienti sia da un punto di vista economico che logistico. Le profonde innovazioni della tecnologia hanno apportato delle novità sostanziali in tutti i mercati e negli aspetti sociali della vita. Comodamente seduto sul divano di casa tua puoi prenotare un viaggio, fare acquisti e parlare con persone che si trovano dall’altra parte del mondo. Tutti i settori si sono adeguati alle nuove dinamiche dell’online, comprese le banche e gli istituti di finanziamento, che hanno sviluppato notevolmente l’home banking, cioè quell’insieme di operazioni bancarie che possono essere svolte tranquillamente dal web, per una gestione più oculata del proprio credito.

É profondamente cambiata anche la dinamica dei prestiti, che ad oggi propone diverse soluzioni più adeguate e compatibili con le esigenze e le necessità degli utenti. Fino a qualche anno fa per richiedere un prestito era necessario recarsi fisicamente presso la propria banca o un istituto di credito, con tutte le noie che ne derivavano. Innanzitutto bisognava prendere l’auto o un mezzo di trasporto per andare alla sede di riferimento, con una perdita di tempo non indifferente. Poi c’era da aspettare la lunga fila alla banca, ed infine dopo la richiesta del prestito non si aveva neanche la certezza di riceverlo.

Oggi le cose sono cambiate, ed ai prestiti normali si sono affiancati i prestiti online come alternativa. Fino a poco tempo fa solo le banche e gli istituti di creditopotevano elargire prestiti online, ma ciò ha rappresentato comunque una svolta poiché l’utente ha una maggiore libertà di movimento. É infatti possibile richiedere un prestito online alle finanziarie o alle banche, direttamente da casa tramite il computer o qualunque altro dispositivo mobile. Pur rappresentando un cambiamento notevole il prestito restava una sorta di monopolio per le banche, che prevedevano dei tassi di interesse più bassi rispetto ai prestiti normali, ma comunque piuttosto sostenuti.

Un’altra grande svolta è stata l’introduzione dei prestiti online tra privati, gestiti da piattaforme create ad hoc per gestire questo sistema. Come funziona il prestito online tra privati? É molto semplice, gli attori principali in questo sistema sono due: i richiedenti il prestito ed i prestatori. Il richiedente deve iscriversi alla piattaforma desiderata, inserendo tutti i suoi dati e la storia creditizia. Un team di esperti analizza la richiesta e soprattutto la storia creditizia, dopodiché decide se approvarla o meno. É ovvio che la solidità finanziaria del richiedente è un requisito imprescindibile per ottenere il prestito, per tutelare la piattaforma che gestisce il servizio di lending bancario e gli stessi prestatori.

I prestatori, dopo essersi iscritti alla piattaforma, hanno l’opportunità di visionare tutte le richieste di prestito, dopodiché decidono su quale progetto investire e a chi prestare il proprio denaro. Le piattaforme di prestito fungono da ponte, in quanto mettono in contatto richiedenti e prestatori online. Il tutto si svolge con la massima chiarezza e trasparenza, poiché sin da subito sono chiare le dinamiche di questo sistema da cui ne traggono vantaggio sia i richiedenti che i prestatori.

I richiedenti infatti possono ottenere il prestito in tempi rapidi, in quanto l’eventuale accettazione della richiesta viene fornita dopo massimo 24 ore. I richiedenti, dopo aver ottenuto il prestito, possono ripagarlo con piccole rate mensili a tassi di interesse vantaggiosi e più bassi rispetto ai prestito normali, senza ulteriori aumenti nel corso del tempo. Le banche infatti spesso aumentano le rate mensili di un mutuo o di un finanziamento senza un valido motivo, adducendo come scuse impreviste fluttuazioni di mercato. Con i prestiti online tra privati i richiedenti invece conoscono subito tutti i costi e le spese da sostenere, senza brutte sorprese.

Il beneficio è anche per i prestatori, che possono organizzare e diversificare il loro portafoglio scegliendo i progetti più convincenti e puntando sulle persone più affidabili. In questo modo i prestatori otterranno un ritorno maggiore della cifra investita, e potranno anche decidere i tassi di interesse. La restituzione del debitoavviene direttamente tramite addebito SEPA sul conto del richiedente, quindi è garantita la massima trasparenza e sicurezza per entrambi gli attori del mercato. Da qualche anno i prestiti online sono appannaggio anche dei privati, che possono offrire soluzioni più vantaggiose e meno costose rispetto alle banche ed agli istituti di credito.

Perché i prestiti online prevedono tassi di interesse più bassi rispetto ai prestiti normali? Di fondo le banche nascono come istituto di lucro, che fanno del guadagno il loro obiettivo principale. Naturalmente anche i privati che prestano soldi puntano al guadagno, ma si accontentano di interessi più modesti poiché il prestito non rappresenta la loro attività principale. C’è poi da fare un discorso logistico, poiché le banche sono sedi fisiche ed in quanto tali devono sostenere delle spese maggiori rispetto alle piattaforme online. Questo è anche il motivo per il quale i siti di e-commerce vendono a prezzi più bassi rispetto ai negozi fisici.

Le banche hanno degli impiegati da pagare e altri costi da sostenere, come il gas, la luce, l’acqua, la cancelleria, ecc. Queste spese devono essere coperte, e naturalmente i prestiti vengono elargiti con tassi di interesse molto alti, a volte insostenibili. Costi e spese che naturalmente vengono tagliati con le piattaforme online, che operando esclusivamente sul web possono offrire condizioni e tassi di interesse molto più vantaggiosi, a partire dal TAEG e dal TAN. Una soluzione molto più comoda per gli utenti, che hanno una maggiore possibilità di scelta con un occhio di riguardo al proprio portafoglio.

L’unico neo dei prestiti online è rappresentato dal fatto che l’utente è “solo” nel web, nel senso che non ha una persona fisica a cui chiedere informazioni relativamente ad un prestito, un tasso di interesse o una particolare clausola. Questo servizio viene offerto dalle banche fisiche, ma naturalmente ha un costo anche abbastanza robusto. Tuttavia basta tenere gli occhi aperti ed informarsi sulle dinamiche dei prestiti online, facendo sempre molta attenzione a leggere i contratti e soprattutto le clausole presenti. L’online offre un mondo di opportunità, ma è consigliabile muoversi con i piedi di piombo per evitare le trappole presenti nel sottobosco del web.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *