Come fare la verniciatura a polvere

La verniciatura a polvere è un processo grazie al quale manufatti in metallo vengono ricoperti da uno strato di polvere colorata, che viene portata ad uno stato liquido rivestendoli totalmente. Questo tipo di verniciatura sfrutta un principio elettrostatico, grazie al quale la polvere aderisce completamente al metallo da rivestire e, una volta in forno, polimerizza con le alte temperature.

Dove avviene la verniciatura a polvere

Solitamente questo processo viene fatto in appositi impianti di verniciatura polvere, delle strutture industriali polvere colorata per la verniciaturaappositamente progettate per tale impiego. La verniciatura a polvere viene infatti utilizzata nel settore automobilistico, per le moto, ma anche per manufatti edili o nel settore dell’arredamento, ad esempio una lampada, un tavolino o una libreria. Dovendo verniciare un grande quantitativo di oggetti, si tratta di grossi impianti specializzati, con macchinari all’avanguardia e con una catena precisa per eseguire le varie fasi di verniciatura.

Ma la verniciatura a polvere può essere fatta anche in casa, per piccoli manufatti. Non è un procedimento semplice da eseguire, ma nemmeno impossibile, se si ha la pazienza e la predisposizione giusta per affrontarlo.

Come applicare la verniciatura in polvere

Innanzi tutto dobbiamo valutare il tipo di materiale che andiamo a verniciare, per capire il tipo di polvere da utilizzare. Esistono infatti polvere a polimeri termoplastici, che possono essere successivamente modellati, e polimeri termoindurenti, adatti a manufatti rigidi.

Importante è smontare viti, bulloni e quant’altro che non deve essere verniciato. La polvere colorata andrà a coprire tutto, quindi rischieremmo di rovinare l’oggetto, se non dividiamo la parte da verniciare da quelle da non verniciare.

Fatto questo, passiamo alla pulizia del metallo usando della carta vetrata o altri materiali abrasivi per togliere la sporcizia e la ruggine. Usiamo anche dei solventi chimici per pulirlo dal grasso, dall’olio o da altre vernici. Dobbiamo quindi portare l’oggetto a metallo nudo, pulendolo ad esempio con una sabbiatrice, o con la carta vetro, e poi, passandolo con un panno imbevuto di acetone.

A questo punto con una pistola ad aria compressa possiamo spruzzare la polvere, distribuendola uniformemente sull’oggetto da verniciare. Assicuriamoci che questo abbia una carica elettrostatica, altrimenti la polvere non si attaccherà in modo adeguato.

Ora dobbiamo far asciugare il tutto. Va bene anche un normale forno da casa, portandolo a temperatura solitamente tra i 170° e i 190°. Attenzione che il forno utilizzato per la verniciata non può essere utilizzato successivamente per la cucina, se non volete avvelenarvi. Dopo aver infornato per circa 15 minuti, lasciamo raffreddare e ci godiamo il risultato. Se il manufatto non va in forno per via della grandezza, possiamo utilizzare anche una lampada a infrarossi, o un’altra forma di calore, purché sia senza fiamma.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *