Invecchiamento cutaneo: come rallentare i segni del tempo

Si tratta di un fenomeno assolutamente naturale, eppure l’invecchiamento della pelle è causa di disagi non indifferenti legati prevalentemente al peggioramento estetico che comporta. La comparsa di rughe, rilassamento cutaneo, secchezza e colorito spento è un problema che accomuna praticamente tutti. Oggigiorno, sia la popolazione femminile che quella maschile cercano rimedi atti a contrastare la comparsa dei segni del tempo o di rallentarne l’insorgenza. I metodi sono svariati e comprendono misure dolci o più drastiche e d’impatto.

Innanzitutto, occorre precisare che la salute della pelle proviene in larga parte dall’interno: una buona idratazione e un’alimentazione sana, ricca di antiossidanti, minerali e vitamine sono un vero toccasana che mantiene la pelle giovane ed elastica più a lungo.

Accanto a queste buone regole – che contribuiscono a mantenere tutto il corpo in buona salute, limitando non solo l’invecchiamento ma anche l’insorgere di numerose patologie – si può optare per una regolare attività fisica che ossigeni i tessuti mantenendoli vitali. Utile anche la ginnastica facciale: dedicando 10 minuti al giorno a gesti molto semplici quali le digitopressioni e una corretta respirazione si riescono a ottenere buoni risultati.

invecchiamento cutaneo

Se è vero che l’idratazione rimpolpa la pelle, bere molto spesso non basta. L’impiego di creme e sieri a base di sostanze quali Q10, collagene ed elastina riducono sensibilmente gli effetti estetici dovuti alla perdita di tono. Accanto a quelle citate, c’è un’altra sostanza che promette miracoli: l’acido ialuronico. Si tratta di una molecola naturalmente presente nel derma (ma anche in altre parti del corpo, come per esempio nel liquido sinoviale e nell’umor vitreo) che garantisce la funzionalità cellulare e l’idratazione naturale.

Con il passare degli anni, la quantità di acido ialuronico prodotta dal corpo tende a diminuire drasticamente; è qui che i cosmetici a base di questo prezioso alleato ci vengono in aiuto, sia sotto forma di cosmetici classici (creme, sieri, maschere) che direttamente iniettato sottocute da professionisti del settore. In questo caso il filler – questo il nome del preparato, letteralmente “riempitivo” – viene iniettato direttamente sotto le rughe per colmarle e restituire alla pelle la sua tonicità e il suo turgore.

La stessa tecnica viene impiegata anche per minimizzare l’impatto sgradevole di alcune cicatrici e per dare volume a labbra troppo sottili, nonché per ridurre le smagliature.

Rispetto ad altre sostanze, l’acido ialuronico minimizza qualsiasi rischio: i gel attualmente iniettati, essendo assolutamente analoghi alla sostanza prodotta naturalmente dal corpo, sono generalmente molto ben tollerati.

Il risultato, però, non è permanente: è necessario ripetere le iniezioni periodicamente a seconda del grado di avanzamento delle rughe da trattare.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *