Precarietà: mutuo e acquisto casa

I lavoratori precari

 

Il numero dei lavoratori precari è purtroppo in crescita nel nostro Paese.

Per un lavoratore precario che vuole acquistare casa la strada per arrivare ad un finanziamento bancario o mutuo può apparire difficoltosa e impervia.

Fortunatamente la maggior parte degli istituti bancari sta provvedendo ad elaborare soluzioni che favoriscono l’accesso al credito di questa categoria di lavoratori che va comunque tutelata nei loro diritti.

La proposta Unicredit per i lavoratori precari

 

Se si è sprovvisti di un regolare contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato può essere più difficile ottenere un mutuo prima casa.

Per questo ci sono banche quali Unicredit che hanno stabilito alcune agevolazioni per chi non è in possesso di un contratto di lavoro e per chi è inquadrabile nella categoria dei “precari”.

Si chiama “Mutuo Progetto Lavoro”, ed è la soluzione che Unicredit propone ai giovani che hanno un impiego atipico e quindi non possiedono le garanzie tipiche richieste in un mutuo per l’acquisto di un immobile.

Questo mutuo prima casa concesso da Unicredit è la soluzione ideale anche per giovani coppie e single che intendono acquistare una casa: uno dei vantaggi è il tasso particolarmente basso.

Lo stesso mutuo può essere concesso per affrontare le spese di ristrutturazione di un immobile di proprietà.

 

Caratteristiche mutuo prima casa per lavoratori precari

 

Altri istituti di credito come la Banca Popolare di Puglia e Basilicata e la Ubi Banca offrono tassi particolarmente vantaggiosi per mutuo prima casa per lavoratori precari.

In genere tra i requisiti richiesti per accedere alle agevolazioni vi è l’età anagrafica, fissata nel limite di 35 anni, ma in alcuni casi (ad esempio le coppie) il limite è più ampio, può arrivare a 40 anni.

Per quanto concerne l’importo massimo erogabile, questo è variabile in base ad una serie di elementi: in genere può arrivare fino all’80% del prezzo di acquisto dell’immobile o della perizia effettuata.

La durata massima di un finanziamento di questo tipo è di 25 anni, ma può arrivare anche a trenta anni di ammortamento.

Questa tipologia di mutuo contiene clausole accessorie che prevedono per il cliente alcuni vantaggi, quali la sospensione della rata o la modifica della stessa per motivi contingenti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *