Le maggiori tendenze sui regali di Natale fatti nel 2015

Ormai il periodo natalizio è passato e con esso anche l’aria di festa, l’entusiasmo dell’organizzazione e l’obiettivo di fare i regali giusti. Finite le feste sembra difficile pensare che solo qualche giorno prima, tutto era magico, luminescente e suggestivo grazie a luci, profumi e sapori inconfondibili.

Ma la fine del Natale è anche un momento per tirare le somme, per raccogliere dati da investire in sondaggi che riguardano vari temi. Per esempio: che cosa avranno regalato quest’anno gli Italiani ad amici, famigliari e amanti?

Sicuramente una delle tendenze che è andata per la maggiore è stata quella di preferire più doni di limitato valore, piuttosto che pochi di valore medio-alto. In generale lo spirito condiviso, riguardo questo genere di consumi natalizi è quello di puntare a sorprendere il maggior numero di persone possibile, entrando con loro in contatto facendo leva sullo spirito di condivisione che caratterizza questo periodo dell’anno.

i regali di natale

Un’altra delle tendenze che è andata per la maggiore è stata quella di preferire, sia per chi li ha ricevuti che per coloro che li hanno donati, oggetti o servizi caratterizzati da una reale utilità. In tempi di crisi come quella che ci perseguita in questi anni, c’è molto meno margine per i capricci e molta più sensibilità allo spreco, al superfluo e alla responsabilità di non dare nulla per scontato.

Per esempio fra i giovani, specialmente quelli appartenenti alla fascia universitaria, sono state frequenti le richieste di contributi economici per la vita di tutti i giorni, o contributi per visite mediche specialistiche che, come si sa, risultano molto care.

Per ottimizzare le risorse e contrastare gli sprechi, quasi il 25% degli italiani ha scelto di riutilizzare regali già ricevuti e indesiderati o poco utili per riutilizzarli. Fra i doni che sono andati per la maggiore, ci sono stati i classici e poco originali capi d’abbigliamento.

Una buona pratica si è dimostrata essere quella di puntare su prodotti alimentari ed enogastronomici, sempre apprezzati e di questi tempi non così scontati. Un gran numero di persone ha scelto di puntare sui classici ma sempre amati libri e cd, oltre che sui prodotti tecnologici anche per i bambini. Non sono mancati, infine, casi di chi ha regalato esperienze culinarie: per i corsi di cucina Milano e Roma sono state le città che hanno offerto il maggior numero di pacchetti e offerte.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *