Lavoro del futuro, il broker finanziario

Guida su come diventare broker finanziario e come fare per intraprendere questa professione: quali corsi di studi seguire e quali sono le competenze da acquisire.

Che cos’è un broker nella finanza

Si parla tanto di trading online, Forex e opzioni binarie con i CFD, ma non tutti vorrebbero entrare nell’ambiente finanziario per diventare trader, bensì stanno cercando di capire come diventare broker finanziario. Si intende con questo termine colui che, come professionista, si occupa della compravendita per conto terzi di strumenti finanziari in un dato mercato di riferimento, cercando e conquistando il prodotto più adatto per ciascun cliente. Scopo di questo lavoro è percepire un guadagno dalle varie operazioni di vendita e di acquisto di un prodotto azionario.

Le terze persone possono essere persone fisiche come società, ma il compito è quello di capire quale prodotto sia il migliore e più conveniente in relazione al rapporto qualità-prezzo e ai bisogni della propria clientela. Prima abbiamo fatto una distinzione, perché esistono diversi tipi di broker. Ad esempio, il broker assicurativo è una professione totalmente diversa, perché fa da intermediario tra il cliente e la compagnia assicurativa facendo da consulente indipendente dalle compagnie stesse. Ci sono anche i broker online, le piattaforme con cui i trader fanno trading online: clicca per i migliori broker del forex e per saperne di più su questa attività.

Come diventare broker di Borsa in Italia

Siccome questa figura deve maneggiare dei capitali per conto di terze persone, deve essere un vero e proprio professionista della finanza, capace di individuare le operazioni in grado di garantire al cliente dei vantaggi dal punto di vista economico.

Non si può certo operare sui mercati a caso, quindi per diventare questo tipo di broker si devono acquisire competenze e avere determinate attitudini, come una conoscenza della struttura e del funzionamento dei mercati finanziari, avere il cosiddetto fiuto per gli affari e interpretare i vari trend del mercato, delle competenze informatiche tali da saper utilizzare in pieno la tecnologia e i mezzi di comunicazione digitale. Inoltre, questa figura professionale deve possedere buone capacità di gestione del portafoglio clienti e delle attività finanziarie, nonché spiccate doti di problem solving.

Lo stipendio di un broker dipende da quanto è grande il suo portafoglio clienti e soprattutto se è in grado di portare profitti alla clientela.

Differenze broker finanziario e online

Il broker finanziario è una professione riconosciuta legalmente: l’Italia si attiene ai regolamenti europei, quindi il professionista deve acquisire una licenza rilasciata dalla CONSOB italiana e dalla Cysec per l’UE (Cipro). Per quanto riguarda la formazione, non esiste un percorso di studi universitario per questa professione, anche se sarebbe opportuno conseguire uan laura in economia o giurisprudenza.

I clienti saranno consapevoli di avere accanto a loro un partner che curerà i loro investimenti, proprio come le piattaforme di broker online mettono in comunicazione i clienti con i mercati. Il professionista può usare una di queste piattaforme per operare, oppure agire nella maniera classica, ma non cambia il fatto che percepirà una provvigione e un bonus per ogni investimento andato a buon fine, mentre i siti e i software di brokeraggio guadagneranno solo sullo spread.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *