Guida alla fiscalità per chi Vive alle Canarie

 Prima di soffermarmi sulla guida vorrei spendere due parole sul sito

Non c’è dubbio che si tratti dell’opera di un competente web-designer. Nonostante la modernità abbia ridotto le distanze tra chi si occupa di Internet per professione e la massa di consumatori della Rete, si capisce quando un lavoro è realizzato senza lasciare nulla al caso. Foto accattivanti, scelta concettuale dei colori del testo, organizzazione ordinata e funzionale dell’homepage.

Poi c’è la mano di chi ha dato le istruzioni. Una mano ben distinguibile. Le preziose citazioni all’interno di ogni pagina, la scelta di ‘metterci la faccia’ con l’inserimento delle foto di gran parte dell’organigramma del gruppo.

Mettendomi nei panni del profano che debba capire bene a chi affidarsi, cliccando su canarieperte.com non avrei bisogno di cercare altrove. E chiunque che, come me, fosse subito conquistato da un sito professionale come questo, procederebbe senza indugi a richiedere il file pdf della guida.

La mia intenzione non è di certo quella di trascrivere i contenuti della guida, bensì quella di recensirla. Tuttavia ritengo doveroso riportare un breve inciso contenuto nel paragrafo introduttivo:’Le Canarie non sono un paradiso fiscale… (…)’. Non è un caso che questa frase introduca la guida. Il sotto-testo è pressappoco questo: se pensate di fare i furbi alle Canarie, potete smettere tranquillamente di leggere. Questa è una precisa e preziosa dichiarazione d’intenti che ribadisce la professionalità di questo gruppo e la volontà che gli imprenditori si muovano e siano ‘spronati’ ad agire nel completo rispetto della legalità.
 Decidere di Vivere alle Canarie

La fiscalità alle Isole Canarie è una guida organizzata con criterio ed intelligenza

Lo stile è rigorosamente professionale, proprio come dev’essere in situazioni del genere, ma ciò non impedisce al testo di essere di una chiarezza elementare. Anche il lettore privo di una competenza specifica in ambito tributario può districarsi nella materia senza accumulare lacune. Proprio perché nulla è dato per scontato, ogni sigla o acronimo viene puntualmente descritta e allo stesso modo viene esplicato ogni concetto.

Chi legge viene messo nella condizione di non distrarsi mai. Gli elenchi puntati sono stati inseriti nel testo con grande intelligenza proprio perché laddove subentri una certa insofferenza alle parti discorsive si trovi subito un contraltare più rapido ed affilato, dalla fruizione più veloce.

Questa guida è accurata e professionale anche per l’assenza di approssimazione. Ogni numero, rappresenti questo una percentuale o un altro tipo di cifra, è riportato con assoluta certezza, senza l’ombra di variabilità per difetto o per eccesso.

Questo lavoro, come ho già detto, è serio e credibile. Tra i dettagli che non sono lasciati al caso è il paragrafo finale, quello dei contatti per chi ha deciso di vivere alle Canarie. Il lettore possiede ogni recapito del gruppo, compreso il contatto skype, e se anche non metterà mai piede sul suolo delle Canarie, sarà consapevole che l’ufficio principale della sede è ‘alla porta J del piano 2 della seconda torre dell’edificio Mercurio’….

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *