Una delle forme di tesaurizzazione più antiche e sicure, l’oro da investimento

Le origini della tesaurizzazione dell’oro.

Come è noto, sino a tempi relativamente recenti il valore di una moneta era strettamente collegato al suo valore intrinseco.

Per questo, ogni singola moneta, fosse d’oro, argento, biglione o rame, aveva un valore facciale estremamente vicino al valore reale del metallo pregiato di cui era fatta. Sin dai tempi più antichi, le varie autorità statali hanno emesso monete che i cittadini accettavano in virtù della loro stabilità e purezza: non è un caso quindi che valute come il Fiorino di Firenze, lo Zecchino di Venezia e, in tempi più recenti, la Sterlina inglese, venissero preferite da coloro che avevano necessità di tesaurizzare i propri beni.

La Prima Guerra Mondiale e la devastante inflazione che provocò portò di fatto alla fine del sistema aureo. Questo sistema venne definitivamente abolito con gli accordi di Bretton Woods del 1944.
Nonostante attualmente le banconote che circolano siano completamente slegate da qualsiasi rapporto di convertibilità in oro e, di conseguenza, non abbiano più alcun tipo di valore intrinseco, gli investitori continuano ad apprezzare l’oro, specialmente monetato, come eccellente forma di tesaurizzazione.

I vantaggi dell’acquisto di oro da investimento.

L’oro da investimento presenta alcuni importanti vantaggi. Innanzitutto, rispetto alle altre più comuni forme di investimento finanziarie o immobiliari, l’oro è un bene che, una volta comprato, non può più essere sottoposto a nessun tipo di prelievo fiscale da parte delle autorità statali.

Di conseguenza, una volta acquistato l’oro da investimento, risulta estremamente difficile per le autorità stabilire quanto metallo prezioso sia in possesso dell’investitore e, quindi, eventuali tassazioni extra o patrimoniali – facilmente applicabili su conti correnti o altri prodotti finanziari – risultano pressoché impossibili da richiedere.

L’oro da investimento può poi essere trasportato facilmente con sé. Dato l’elevato valore intrinseco, in un contenitore grande quanto un comune pacchetto di sigarette possono essere trasportate monete d’oro da investimento di un valore di diverse decine di migliaia di euro.

oro da investimento e tutti i suoi vantaggiInoltre, l’oro gode di un mercato globale e l’investimento può essere facilmente liquidato in ogni angolo del pianeta.
L’oro da investimento poi non presenta particolari costi accessori per la sua conservazione: una comune cassetta di sicurezza presso il proprio istituto di credito di fiducia rappresenta spesso la miglior scelta possibile.

Le forme di investire in oro fisico.

L’oro da investimento è commercializzato sotto forma di lingotti o monete.

In linea di massima, i lingotti sono consigliati per coloro che vogliono effettuare investimenti superiori a 50 mila euro; le monete sono invece raccomandate per coloro che vogliono investire importi inferiori.
I vantaggi delle monete d’oro da investimento sono vari. In primo luogo, si annovera la possibilità di effettuare un investimento a partire da poche centinaia di euro.

Questo consente anche di liquidare rapidamente piccole quantità del proprio investimento: con un lingotto da 50 o 100 grammi questo risulterebbe alquanto difficile. Inoltre, le monete d’oro da investimento hanno una loro quotazione, stabilita quotidianamente e pubblicata sulle pagine dei principali giornali.
Le principali monete d’oro da investimento, apprezzate in tutto il mondo, sono le sterline britanniche, i marenghi francesi, italiani o svizzeri, i kruggerrand sudafricani, i pesos messicani.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *