Tante idee per la preparazione di ricette per contorni

A tavola, assaporare un piatto ci carne o di pesce accompagnato da un contorno di verdure, riesce a creare una combinazione di sapori appagante, oltre a favorire e stimolare l’appetito; per questo, in ogni menù che si rispetti sono presenti diversi tipi di contorno.

Al contrario di molte altre preparazioni culinarie, le ricette per contorni hanno delle origini piuttosto recenti; le prime verdure utilizzate a tale scopo sono state, probabilmente, le patate.
Come accade per gli antipasti, anche per i contorni è possibile trovare numerosissime ricette anche se, nella mente di molti, per contorno si intendono solo patatine fritte e insalata; in realtà, è proprio la creatività a permettere agli chef di tutto il mondo di creare combinazioni di sapore sempre nuove e stuzzicanti.

È sempre meglio, ad ogni modo, evitare di creare un contorno troppo ricco e abbondante, che finisca per l’abbuffare il commensale, non dandogli modo di godere della portata principale.
È importante, inoltre, per chi lavora nell’ambito della ristorazione, saper consigliare il contorno giusto ad un piatto, in modo da non coprirne il gusto, ma solo di esaltarlo.

Oltre all’abbinamento giusto, per ottenere il contorno perfetto dovrebbero essere, sostanzialmente, rispettate altre 2 regole: utilizzare prodotti di stagione e creare piatti che, oltre che buoni da mangiare, siano anche belli da vedere.
Nella composizione del menù, è opportuno evitare di servire come contorno una verdura che già appare in altre portate, anche se cucinata in modo diverso (in realtà, anche due verdure diverse cucinate nel medesimo modo non dovrebbero comparire all’interno dello stesso pasto).

le migliori ricette contorni su salepepe.itNaturalmente, nelle ricette per contorni come le verdure, queste ultime possono essere servite sia crude (anche alcuni tipi di legumi come le fave) che cotte. Servite crude riescono a mantenere perfettamente intatte le loro proprietà nutritive; ottimi, ad esempio, sono gli spinaci crudi o un contorno di lattuga brasiliana (che comprende anche uvetta e mele verdi).

Per cuocere le verdure da servire come contorno possono essere seguiti molti metodi. Uno dei più diffusi è l’ebollizione, che viene fatta immergendo in acqua salata le verdure intere (per non disperdere le sostanze nutrienti), cuocendole al dente e servendole appena pronte; molto gustose risultano le cipolle alla vinaia o i finocchi alla ravigote (con yogurt, capperi e mostarda).
La cottura stufata è, invece, utilizzata soprattutto per preparare le carote, le rape, le zucchine e tutte le verdure che presentano un alto contenuto di acqua.
Verdure come la cipolla o la patata possono essere cotte direttamente in forno; è un tipo di preparazione che ricorda le tradizioni contadine, e che si caratterizza per la semplicità di esecuzione. Per verdure come lattuga, cavolo e porro un metodo in grado di esaltarne il sapore è la cottura brasata, soprattutto quando, al termine dell’operazione, il fondo di cottura viene montato con del burro freddo aggiunto a dadini.
Infine, la cottura glassata è indicata per carote e cipolline, oltre che per le rape, in quanto ideale per ortaggi dal sapore dolciastro, e prevede l’utilizzo di acqua e zucchero (quest’ultimo può anche essere caramellato).

È possibile anche servire come contorno non solo verdure, ma anche frutta. Ad esempio, ottimo contorno per grigliate è il contorno egiziano di datteri e uva che, oltre a carote, insalatina e sedano, prevede anche mele verdi e, appunto, datteri e uvetta; oppure, da abbinare al lesso, preparare una mostarda casalinga con pere e mele farà apprezzare ancora di più il sapore delle carni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *