MBA di Bologna Business School: una panoramica

La Bologna Business School (BBS) è una scuola riconosciuta a livello internazionale che, per competenze e tradizione, si propone di formare l’eccellenza a livello manageriale.

Per dotare i propri studenti del bagaglio di hard e soft skills richiesto per competere al massimo livello nel mondo del lavoro contemporaneo, BBS propone una articolata offerta formativa: Master full time o Master Executive che spaziano dal Digital Technology Management all’HR & Organization, dal Business Innovation Design al Marketing & Sales.

Tuttavia il corso più completo è il Global MBA, che gode di un’altissima reputazione.

MBA di BBS

Perché il Global MBA

Il Global MBA combina l’esperienza didattica del più antico Ateneo occidentale con la dinamicità di una Business School all’avanguardia in ambito europeo, tanto per la qualità della formazione quanto per la pregevolezza delle infrastrutture a disposizione degli studenti. Analizziamo di seguito alcuni elementi che costituiscono un importante valore aggiunto dell’esperienza MBA:

Acquisizione delle competenze. Le imprese attualmente hanno un bisogno inderogabile di manager in grado di investire appropriatamente le proprie risorse, finanziarie ed umane. L’acquisizione di competenze specialistiche in grado di reggere l’urto di una concorrenza di alto profilo è dunque un key factor di successo. Un ampio bagaglio di hard skills è uno dei lasciti più durevoli e preziosi del Global MBA.

Acquisire una visione globale. Uno degli obbiettivi primari della BBS è da sempre stimolare la curiosità intellettuale e fornire ai manager del domani i mezzi per affrontare le sfide, ma soprattutto cogliere le opportunità, di un mondo globalizzato, senza perdere le proprie radici culturali e valorizzando le eccellenze del proprio territorio. Non a caso questo spirito è sintetizzato dal termine “glocal” “pensare locali e agire globale”, così come riporta Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e convinto sponsor dell’MBA.

Networking. A detta degli esperti si tratta dell’aspetto di maggiore rilevanza, in particolare per chi voglia sviluppare una carriera internazionale nel dinamico mercato del lavoro del ventunesimo secolo, eppure è allo stesso tempo un fattore spesso colpevolmente trascurato. Il Global MBA inserisce i propri alumni in un network consolidato di accademici, consulenti, ex-studenti, aziende leader a livello internazionale, istituzioni ed Università partner.

Placement e carriera. Le statistiche pongono il Global MBA ai vertici della concorrenza nazionale per quanto riguarda le possibilità di carriera. Alla fine del percorso, così come rilevano i dati degli ultimi anni, il 97% degli studenti trova uno sbocco professionale. Cosa tutt’altro che secondaria, si ottengono risultati economici significativi che rendono l’esperienza altamente profittevole in una prospettiva di lungo periodo e avanzamenti contrattuali già nel breve-medio periodo.

Global MBA: articolazione del corso e specializzazioni

Il master si tiene nella prestigiosa dimora cinquecentesca di Villa Guastavillani, a Bologna, in una delle regioni più ricche e innovative d’Europa: l’Emilia-Romagna. Una cornice ideale che durante il corso assume una piacevole fisionomia internazionale, grazie agli studenti provenienti da ogni angolo del pianeta.

L’ambiente multiculturale delle classi rappresenta un’opportunità di confronto e arricchimento personale oltre che professionale, e consente di maturare le famose “soft skills” tanto blasonate per misurarsi in contesti lavorativi multi-etnici e multi-religiosi tipici delle grandi multinazionali, sbocco privilegiato per numerosi futuri diplomati MBA.

Il programma consta di 12 mesi full time, è interamente in lingua inglese, ed è articolato in 3 moduli: general management, corsi di specializzazione, internship / project work in azienda. Il primo modulo è dedicato all’approfondimento delle materie fondamentali del management, focalizzandosi sull’aspetto pratico di esse grazie alla presentazione, discussione e risoluzione di famosi case study e testimonianze manageriali.

Durante la fase di specializzazione è possibile scegliere 5 diversi indirizzi, che andiamo di seguito ad approfondire:

  • Corporate Finance. Specializzazione in finanza d’impresa particolarmente richiesta dai manager che desiderano operare in ambito finance a livello internazionale, approcciandosi con successo ai mercati borsistici ed alla gestione del rischio.

 

  • Design, Fashion and Luxury Goods. Una specializzazione altamente richiesta per inserirsi ad alto livello in settori tipici dell’eccellenza italiana nel mondo, capaci di espandersi e progredire anche durante la stagione della grande crisi.

 

  • Food and Wine. Le parole d’ordine sono internazionalizzazione e valorizzazione dell’eccellenza dell’agroalimentare italiano, per un settore che perpetua il proprio fascino senza tempo.

 

  • Green Energy and Sustainable Businesses. Focus su Accountability, Ethics & CSR, Law, Technology Management e Strategy, Entrepeneurship per fare la differenza in un’area che ha prospettive di crescita e redditività ancora inesplorate.

 

  • Innovation Management / Mechanics and Automation. Il corso si concentra sull’acquisizione di hard skills nel campo dell’automazione e della meccanica avanzata, ma anche sulla gestione del cambiamento in ambiti ad alto contenuto tecnologico. Il contesto territoriale particolarmente favorevole rende questa specializzazione molto frequentata da giovani manager stranieri.

Infine, 500 ore saranno dedicate all’internship o al project work, inerenti alla specializzazione intrapresa, da svolgere presso realtà aziendali di primo piano. Si tratta della fase dove mettere in pratica le numerose abilità acquisite nei mesi d’aula, e che in gran parte dei casi ha un filo diretto con la carriera futura del giovane manager.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *