Installazione allarmi e videosorveglianza: in Italia si investe sulla sicurezza

La protezione dei propri spazi dai tentativi di intrusione ed effrazione è un’esigenza sentita da tutte le persone che desiderano vivere in tranquillità, senza avere la preoccupazione di lasciare incustoditi i propri beni ogni volta che ci si allontana da casa per motivi di lavoro, piacere o per qualsiasi urgenza.

Ecco allora in arrivo contributi per l’installazione di allarmi e videosorveglianza in applicazioni residenziali e commerciali, così da incontrare le esigenze di protezione della gente innalzando il livello di qualità della vita, comfort abitativo e sicurezza.

A Trento, il 6 febbraio 2015 scade il termine per presentare la domanda di contributo per l’installazione di sistemi antifurto e videosorveglianza in casa propria. Il Comune di Trento ha infatti raccolto la richiesta di molti cittadini di elevare il livello di sicurezza in città e ha così deciso di agevolare l’acquisto di sistemi d’allarme e di videosorveglianza fino a coprire il 40% di una spesa massima di 4000 euro.

In Lombardia, la Regione e Unioncamere promuovono un nuovo bando da 2,4 milioni di euro in considerazione dei crescenti tentativi di furto subiti dagli esercenti dei negozi e locali pubblici.

Si tratta di un investimento nel settore della sicurezza che va ad inserirsi all’interno del più ampio pacchetto di iniziative volte a promuovere la riqualificazione delle aree urbane, l’ammodernamento e lo sviluppo del territorio in vista dell’ EXPO 2015.

Dal 15 gennaio 2015 si ha la possibilità di compilare il bando sicurezza e di avere così la possibilità di usufruire di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese considerate ammissibili che, nel caso di esercizi commerciali come gioiellerie, farmacie, tabaccherie, distributori di carburanti, profumerie così come negozi di telefonia e abbigliamento, bar e ristoranti, è stimato da un minimo 1.000 euro di fino ad un massimo di 10.000 euro (5.000 euro per le altre categorie).

«Il bando mira in particolare a supportare interventi specifici per la sicurezza (sistemi di video allarme antirapina, videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico, antitaccheggi), nonché l’acquisto di dispositivi di pagamento per la riduzione del flusso di denaro contante».

Per l’installazione di allarmi e videosorveglianza, Hager sicurezza, azienda leader nel settore e punto di riferimento sul mercato europeo degli antifurti per la casa, mette a disposizione un team di elettricisti IQS formati nel campo della sicurezza domestica, dell’automazione e della domotica.

Hager sicurezza - IQS

Esperti in evoluti sistemi di sicurezza senza fili per la casa, gli elettricisti installatori IQS possono gestire dalla A alla Z tutte le funzionalità del più complesso impianto antifurto con la massima affidabilità, competenza tecnica ed esperienza.

Ricerca il tuo IQS per CAP o per nome su www.hagersicurezza-iqs.it .

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *